Come meditare per farne esperienza

Secondo il buddismo la natura della mente è calma. Il trambusto di pensieri ed emozioni non fa parte della natura essenziale della mente, ma ne è soltanto un prodotto.
Quando si permette alla mente di riposare, senza agitarla o costringerla, tutti i pensieri si depositano naturalmente come sabbia nell'acqua.

Attraverso alcune tecniche di meditazione possiamo imparare a osservare i pensieri e le emozioni senza reagire impulsivamente e senza seguirli in maniera ossessiva. Questo ci permette di riconoscere la vera natura di queste esperienze e della mente, di sperimentare la calma, la soddisfazione naturale, che sono parte della natura della mente. Osservandola  senza reagire in modo compulsivo, la mente si calma e il volume di pensieri si riduce, permettendoci di affrontare le turbolenze della vita quotidiana senza perdere la quiete mentale.

Inoltre, così osservando si può capire la naturalezza convenzionale della mente e tutto quello che appare nella mente e coltivare le condizioni per poi capire la naturalezza ultima di questa:

"Nella vacuità non c'è la 'mia mente' e la 'mente del Buddha'; non c'è la 'vacuità della mia mente' e la 'vacuità della mente del Buddha".
Nella vacuità non c'è questo e quello. Ogni cosa ha lo stesso sapore."

Lama Zopa Rinpoce, Il cammino della felicità


Tramite l'osservazione della mente possiamo capire che "la mente" è vuota di esistere come un’entità solida, indipendente e autonoma, con esistenza propria, e che non ha esistenza al di là dalla mera denominazione, cioè che esiste come una mera convenzione sulla base della mera esperienza.

# Sebbene la meditazione abbia effetti positivi per la maggior parte delle persone, essa non è consigliata per coloro che soffrono di patologie di origine psichica.

spacer

Insegnante:

Hans Burghardt medita e studia il buddismo dal 2002 ed è stato allievo di grandi maestri tibetani e occidentali. È laureato in Biochimica e Biologia Molecolare all’Università di Barcellona, dove ha conseguito anche il dottorato di ricerca (PhD).
Ha inoltre completato il Masters Program di Studi Avanzati Buddhisti dei Sutra e dei Tantra,  un programma avanzato di sei anni di filosofia buddista, presso l’Istituto Lama Tzong Khapa a Pomaia (PI).
Recentemente ha completato un anno di ritiro di meditazione individuale e attualmente combina la pratica intensiva di meditazione con l'attività di docente in corsi rivolti alle aziende o al grande pubblico, nei quali insegna a coltivare l'attenzione e gli atteggiamenti positivi, le tecniche di meditazione e la filosofia buddista. Hans ha esperienza d’insegnante sia a livello universitario sia presso molti centri di meditazione; è inoltre traduttore dall’inglese allo spagnolo.

hans

spacer

ORARIO:
venerdì: 20.30-22.00
sabato: 9.30-12.30 - 14.00-18.00
domenica: 9.30-12.30

Modalità partecipazione:
corso con iscrizione obbligatoria entro 9 novembre via email
il corso avrà luogo con un minimo di 15 partecipanti.
È consigliata la partecipazione a tutte le sessioni

Per informazioni e comunicazioni:
cell. 348/4788922
(dalle 15,00 alle 21,00 tutti i giorni)
o inviando una mail a: info@scenphen.it

9 stages samatha meditation 01

Quota di partecipazione:
Per informazioni info@scenphen.it

Modalità di svolgimento:
Gli incontri sono aperti a tutti gli interessati
non sono previsti prerequisiti.

Dove:
    Parma in Borgo Pipa, 5

       CALENDARIO 2017

        17 - 19 novembre

  

                      

 

 

 

iscrivi la tua mail per ricevere la nostra newsletter nel banner a piè di pagina